Terapia e cura nella Sindrome dell’ Ovaio Policistico

Trattandosi innanzitutto di un’alterazione metabolica, la strategia terapeutica nella cura della PCOS deve cominciare dall’adozione di uno stile di vita sano che combini una dieta equilibrata a basso indice glicemico, esercizio fisico e sonno regolare.

 

Dieta equilibrata a basso indice glicemico

Alcune diete si sono rivelata più efficaci di altre nel trattamento della sindrome dell’ovaio policistico.

Studi recenti hanno infatti dimostrato che le diete con basso apporto di carboidrati sono più efficaci sia nella perdita di peso sia nell’abbassamento dei livelli di insulina. Una dieta specifica per la PCOS a basso indice glicemico a base di frutta, verdure e farine integrali aiuta a regolare il ciclo mestruale meglio di una qualunque dieta ipocalorica.

La perdita della massa grassa da sola può infatti aiutare le donne con PCOS a regolarizzare il ciclo mestruale e a ridurre i sintomi della sindrome. La dieta migliora anche i livelli di colesterolo, dell’insulina e a ridurre i rischi correlati al diabete e a patologie cardiovascolari.

 

Esercizio fisico

Altri studi hanno dimostrato che 30 minuti di esercizio fisico moderato praticato 3 volte a settimana possono aiutare le donne con PCOS a perdere peso, migliorando l’ovulazione e i livelli di insulina.

 

La pillola anticoncezionale nel trattamento della PCOS

La pillola anticoncezionale viene spesso prescritta nel trattamento di questa patologia. Vediamo quali sono i pro e i contro della contraccezione orale nel trattamento della PCOS.

Benefici della contraccezione orale
L’assunzione giornaliera di estrogeni e progesterone può aiutare l’organismo delle donne con PCOS a ripristinare l’equilibrio normale degli ormoni, a regolare l’ovulazione e a minimizzare alcuni sintomi della PCOS come irsutismo e acne. Inoltre la regolazione del ciclo mestruale riduce nelle donne il rischio di sviluppare il tumore alle ovaie.

Limiti e problematiche della contraccezione ormonale
Tuttavia, nonostante le cisti con la pillola anticoncezionale tendano a sparire, la contraccezione ormonale non cura la causa scatenante della sindrome dell’ovaio policistico, ma soprattutto non fornisce una risposta adeguata alle donne che non possono utilizzarla. Inoltre, gli studi dimostrano come la pillola anticoncezionale aumenti i livello del colesterolo LDL e dei trigliceridi.

In alcuni casi, la pillola contraccettiva può anche aumentare l’insulino resistenza, come mostrato in uno studio pubblicato in “Fertility and Sterility”.

 

Terapie alternative alla pillola per la Sindrome dell’ovaio policistico

Il problema alla base della sindrome dell’ovaio policistico è che questa patologia può nascere da un malfunzionamento dell’ormone dell’insulina con delle ripercussioni sul funzionamento delle ovaie.

Un terapia adeguata della patologia richiede quindi che ne venga trattata la causa scatenante. Recenti studi hanno dimostrato come alla base di questa patologia metabolica c’è una carenza alimentare di inositolo, uno zucchero da sempre utilizzato dall’organismo nella sua fase evolutiva, e che oggi assumiamo in scarse quantità a causa dei cibi troppo raffinati.

Recenti studi hanno dimostrato come un’integrazione a base di inositolo riporta le donne con sindrome dell’ovaio policistico a riprendere l’attività mestruale e l’ovulazione, oltre che a regolare le alterazioni del metabolismo e della

Inositoli

L’inositolo è sono stato isolato per la prima volta dal muscolo animale da J.J. Scherer nel 1850. Si tratta di uno zucchero present in molti alimenti, in particolare nei cereali, nelle noci, nella frutta specialmente in meloni ed arance, non è considerato una vitamina in quanto può essere sintetizzato dall’organismo. Esiste in 9 possibili forme (tre delle quali non rappresentate in natura: epi-, cis- e allo-inositolo). La più rappresentata nel mondo vegetale e animale è il myo-inositolo. Gli altri stereoisomeri naturali (rappresentati in quantità minime) sono individuati dal prefisso scillo-, muco-, neo- e D-chiro-inositolo. La conversione tra myo-inositolo e D-chiro-inositolo è mediata, nei tessuti dei mammiferi, da uno specifico enzima chiamato epimerasi.
Myo-inositolo e D-chiro-inositolo presentano differenze funzionali e biologiche di straordinario rilievo.

Numerosi studi scientifici sostengono l’utilizzo di myo-inositolo per migliorare le alterazioni metaboliche della patologia (i segni clinici dell’iperandrogenismo, l’insulino resistenza) e le alterazioni della funzionalità ovarica ripristinando e regolarizzando il ciclo mestruale e l’ovulazione.

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE PER UNA CORRETTA TERAPIA E DIAGNOSI

Per la sua natura molto complessa, la sindrome dell’ovaio policistico è una patologia che richiede un approccio multidisciplinare sia ai fini della diagnosi, sia nel trattamento dei segni e sintomi. Il nostro team di medici specializzati nell PCOS può aiutarti a trovare la giusta terapia e a minimizzare i disagi di questa condizione.

LE ULTIME NOTIZIE DAL NOSTRO BLOG

SOS Capelli: come affrontare la perdita di capelli nella PCOS

SOS Capelli: come affrontare la perdita di capelli nella PCOS

I capelli appaiono spenti, diradati...continuano a cadere. Ecco uno dei sintomi più comuni della sindrome dell'ovaio policistico, probabilmente uno dei più frustranti. Cerchiamo di capire insieme per quale ragione i capelli sono un problema per le donne che soffrono...

leggi tutto
PCOS e i benefici dell’esercizio fisico

PCOS e i benefici dell’esercizio fisico

Ci sono innumerevoli studi* a supporto del fatto che una regolare attività fisica, insieme ad un regime alimentare specifico per la PCOS, possano aiutare le donne che soffrono della sindrome dell’ovaio policistico a gestire i segni e sintomi tipici di questa...

leggi tutto
PCOS: perché non riesco a rimanere incinta?

PCOS: perché non riesco a rimanere incinta?

Stai cercando una gravidanza, ma quel prezioso e tanto atteso “miracolo” non si realizza… Il tuo medico ti ha detto che è per via della PCOS, la sindrome dell’ovaio policistico, che abbassa decisamente le tue chance di gravidanza. La sindrome dell’ovaio...

leggi tutto

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi